Ingresso Area Riservata Mappa del sito Contatti
Area riservata
www.cameracommercio.cl.it    27/07/2017 06:28:51
  Chi siamo - Dove siamo - Statuto - Codice Etico
  Amministrazione Trasparente
  Albo Pretorio on line
  Imprese - Lavoro - Incentivi - Piattaforma FILO
  Nuova CCIAA Agrigento Caltanissetta Trapani
IN PRIMO PIANO: Martedì 6 giugno TERZO INCONTRO DI “ECCELLENZE IN DIGITALE”
:: VIGNETI e VINI DOCG DOC e IGT
  Home
Vigneti e Vini
:: VIGNETI e VINI DOCG DOC e IGT
:: Elenchi dei tecnici e degli esperti degustatori del vini D.O.C.G e D.O.C.
La legge 10 febbraio 1992, n. 164, concernente «Nuova disciplina delle denominazioni d'origine dei vini» detta, tra l'altro, disposizioni per la denuncia delle superfici vitate e la costituzione, la tenuta e l'aggiornamento degli albi dei vigneti DOCG e DOC e degli elenchi delle vigne IGT presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e le disposizioni per la rivendicazione delle produzioni annuali DOCG, DOC, e IGT.

La Camera di Commercio cura la tenuta dell'Albo dei vigneti e dei vini DOC nel quale vanno iscritti i terreni coltivati a vite destinati alla produzione di vini DOCG e DOC.
Analogamente all’AGEA è demandata la tenuta e l’aggiornamento dell’elenco delle vigne IGT della Regione Sicilia .


Albo dei vigneti e dei vini DOCG e DOC

Adempimenti

Il conduttore dei terreni vitati destinati alla produzione dei vini a D.O. deve presentare apposita istanza di iscrizione delle unità vitate al Comune competente per territorio. Nel caso di aziende agricole, i cui vigneti ricadono nel territorio di più Comuni, la denuncia deve essere presentata al comune in cui si trova il centro aziendale, a condizione che detto comune sia compreso nella zona delimitata per la produzione di uve. In mancanza di detto centro, la denuncia deve essere presentata al comune nel cui territorio rientra la maggior parte della superficie dei vigneti da iscrivere nell’Albo. Per poter utilizzare il marchio DOCG e/o DOC per la vendemmia dell'anno in corso è necessario presentare la denuncia entro il 30 Giugno.

Le denominazioni di origine controllata riconosciute nella Provincia di Caltanissetta sono le seguenti:

CERASUOLO DI VITTORIA, CONTEA DI SCLAFANI e RIESI

I conduttori dei terreni iscritti nell'albo devono comunicare le variazioni riguardanti:
- la conduzione dei terreni (vendita, affitto, modifica ragione sociale del conduttore, ecc.)
-  la loro consistenza e i sistemi di coltivazione adottati
Ogni anno, al termine della vendemmia, i conduttori dei terreni devono anche comunicare la quantità di uva prodotta e vinificata


Elenco delle Vigne ad IGT

Adempimenti

Il conduttore dei terreni vitati destinati alla produzione dei vini a IGT, ai sensi del Decreto 11 luglio 2007 dell’Assessorato per l’agricoltura e le foreste, recante “Disposizioni per l’istituzione, la tenuta e l’aggiornamento degli elenchi delle vigne ad IGT”, a partire dalla campagna vendemmiale 2006 / 2007, potrà effettuare la rivendicazione annuale delle produzioni dei vini ad IGT esclusivamente per le uve provenienti dai relativi vigneti preliminarmente iscritti negli Elenchi delle vigne ad IGT.
La domanda di iscrizione all’elenco delle vigne ad IGT, redatta utilizzando il modello all’uopo previsto dal suddetto Decreto, deve essere presentata allo Sportello AGEA – Regione operante sul territorio della provincia in cui ricade la superficie vitata da iscrivere. Nel caso di aziende con superficie vitate da iscrivere negli elenchi,  ricadenti su più province, dovranno essere presentate distinte domande per ciascuna parte di vigneto, presso gli sportelli EGEA - Regione competenti per territorio.  L’istanza di iscrizione dovrà essere presentata entro il 30 giugno di ogni anno, al fine di aver diritto all’utilizzo della Indicazione Geografica Tipica nella vendemmia dell’anno in corso. Entro lo stesso termine dovranno essere trasmesse le richieste di nuova iscrizione o di variazioni inerenti la conduzione dei terreni vitati già iscritti agli elenchi, nonché la cancellazione dei vigneti condotti.

Modalità per la rivendicazione delle produzioni dei vini DOC e IGT

Ai fini della rivendicazione delle produzioni dei vini DO e/o IGT il conduttore interessato deve presentare la denuncia annuale di produzione delle uve DO e/o IGT direttamente alla competente Camera di Commercio, anche per via telematica o informatica, entro il termine del 10 dicembre di ciascun anno, così come previsto dal regolamento CE n. 1282/2001 (Mod. Allegato 1)
Nella denuncia delle uve a D.O. e I.G.T. vanno riportati, per ogni tipologia codificata, i dati produttivi, gli esuberi delle rese di uve DO dei relativi vigneti, le superfici e le destinazioni.
Ove il conduttore intenda rivendicare la DO e/o la IGT per le relative partite di vino prima della scadenza del termine sopra indicato, pur non disponendo di tutti gli elementi necessari per la compilazione della denuncia, presenta alla competente Camera di commercio una preventiva dichiarazione contenente i dati relativi alle uve destinate alla produzione delle partite di vino in questione e con la quale attesta, a titolo di autocertificazione, che per la produzione di tali vini sono stati rispettati tutti gli adempimenti tecnico – amministrativi previsti dalla normativa vigente in materia, fermo restando che le stesse produzioni di uve dovranno essere successivamente indicate nella denuncia annuale.

Movimentazione di cantina

In caso di riclassificazione di partite di prodotti vitivinicoli atti a diventare DO e/o IGT, ai sensi dell'art. 7, comma 5, della legge n. 164/1992, i produttori sono tenuti ad effettuare le relative comunicazioni all'Ispettorato Centrale per il Controllo della Qualità dei prodotti agroalimentari ed alla competente Camera di commercio, prima della relativa annotazione obbligatoria nei registri, utilizzando l’allegato modello (Mod. Allegato 3). Con lo stesso modello i produttori devono fornire agli organismi competenti le comunicazioni relative all'assemblaggio di partite di vino già certificate con la DO ed appartenenti alla medesima annata, prima della relativa annotazione obbligatoria nei registri. In questo caso, si ricorda che entro sette giorni dall'annotazione sui registri di cantina, i produttori devono inviare all' Ispettorato Centrale Repressioni frodi ed alla Camera di Commercio,  l'autocertificazione sottoscritta dall'enologo di cui alla legge n. 129/1991 - o di altro tecnico abilitato all'esercizio della professione, attestante la conformità della partita DO risultante dall'assemblaggio, identificata con il relativo numero di lotto ai sensi del Decreto Legislativo n. 109/1992, ai parametri chimico – fisici stabiliti dal relativo disciplinare di produzione.

Diritti di segreteria

I diritti di segreteria da applicare alle ricevute delle uve DOCG, DOC e IGT ammontano a euro 5,00 per ogni ricevuta richiesta (tabella B del Decreto 29 agosto 2007 del Ministro dello Sviluppo Economico - voce 3.1I).
Il pagamento può essere effettuato mediante:
- versamento su C/C postale n° 00243931 intestato alla Camera di Commercio di Caltanissetta (causale: Rilascio ricevute delle uve);
- versamento tramite terminale POS (carta bancomat o carta di credito), direttamente allo sportello all’atto della presentazione.

.






Per ulteriori informazioni, rivolgersi a:

- Dott.ssa Rosalba Ferrara - Dirigente
  Tel. 0934530640
  e-mail rosalba.ferrara@cl.camcom.it

- Sig. Giuseppe Sorce
  Tel. 0934530668
  e-mail giuseppe.sorce@cl.camcom.it


MODULISTICA
 Modello ALLEGATO 1
 Modello ALLEGATO 3
 Istruzioni ALLEGATO 4
 Istanza VARIAZIONE per cessazione parziale o totale
 Istanza VARIAZIONE per volturazione
 Dichiarazione annuale vini DO 2010