Ingresso Area Riservata Mappa del sito Contatti
Area riservata
www.cameracommercio.cl.it    29/04/2017 05:39:49
  Chi siamo - Dove siamo - Statuto - Codice Etico
  Amministrazione Trasparente
  Albo Pretorio on line
  Imprese - Lavoro - Incentivi - Piattaforma FILO
  Nuova CCIAA Agrigento Caltanissetta Trapani
IN PRIMO PIANO: Avviso chiusura uffici di Caltanissetta e Gela - LUNEDI 24 APRILE 2017 per disinfestazione
:: Il Brevetto Internazionale
  Home
Brevetti e Marchi
:: Il Marchio d'Impresa
:: Come fare per registrare un marchio d'impresa a livello NAZIONALE - o per RINNOVARE
:: Il Marchio Comunitario
:: Il Marchio Internazionale
:: Come fare per registrare un marchio INTERNAZIONALE
:: Il Brevetto per Invenzione industriale
:: Come fare per ottenere un Brevetto per Invenzione industriale a livello NAZIONALE
:: Il Brevetto per modello di utilità
:: Come fare per ottenere un brevetto per Modello di utilità
:: I Disegni e Modelli
:: Come fare per registrare un Disegno o Modello
:: Il Brevetto Europeo
:: Il Brevetto Internazionale
Che cosa è un Brevetto Internazionale PCT e come si ottiene

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Direzione Generale per lo Sviluppo Produttivo e la Competitività

Ufficio Italiano Brevetti e Marchi

UFFICIO G8 BREVETTO EUROPEO - PCT

VIA MOLISE 19 00187 ROMA TEL. 06 47055643 oppure 47055628

FAX 06 47055632

www.uibm.gov.it


ISTRUZIONI :
http://www.cameracommercio.cl.it/moduli/PCT_ISTRUZIONI_gennaio2015.pdf


BREVETTO P C T - DOMANDA INTERNAZIONALE


1 - PATENT COOPERATION TREATY (P C T)



Il PCT o Trattato di Cooperazione in materia di brevetti (Patent Cooperation  Treaty) è un trattato multilaterale aperto, gestito dall’OMPI (Organizzazione mondiale della Proprietà Intellettuale che ha sede a Ginevra), a cui ogni Stato può aderire con il deposito di uno strumento di adesione.

La procedura PCT facilita l’ottenimento di protezione per le proprie invenzioni in più paesi, europei ed extra europei, firmatari del Trattato che, al Gennaio 2004 contava 123 Stati.

La domanda internazionale ha effetto in tutti gli Stati membri del Trattato designati nel modulo di domanda.

E’ anche possibile effettuare una designazione di “entità regionali” (gruppi di Stati) che attualmente sono:

-           EP (Organizzazione Europea dei Brevetti)

-           ARIPO (African Regional Industrial Property Organization)

-           OAPI (Organisation Africaine pour la Propriété Intellectuelle)

-           EA (Euroasian Patent Office)



N.B.

Il PCT non elimina la necessità di proseguire la procedura per l’ottenimento del brevetto presso gli uffici della proprietà industriale di ogni singolo Stato designato (o entità regionali), ma costituisce, rispetto ai depositi diretti, un sistema che offre al depositante un vantaggio in termini di tempo per determinare gli Stati o entità regionali nei quali richiedere il brevetto, e la possibilità di avere successo nel perseguimento di questo scopo



I titoli di protezione richiedibili tramite il P.C.T. per gli Stati la cui legislazione nazionale lo consente, sono i seguenti:

§              brevetto per invenzione industriale (patent for invention)

§              modello di utilità (utility model)

§              certificato d'inventore o di utilità (inventor/utility certificate)

§              brevetto di addizione (patent of addition)

§              certificato di addizione (inventor/utility certificate of addition)



E' esclusa dal PCT la tutela del disegno o modello ornamentale, quella del marchio commerciale e la tutela della varietà vegetale che ricadono sotto altri trattati o Convenzioni.

Il PCT è articolato in due fasi: Fase Internazionale e Fase Nazionale


2 - FASE INTERNAZIONALE


La fase internazionale inizia con il deposito della domanda PCT presso un Ufficio Ricevente (RO) che esplica l’esame formale, attribuisce il numero internazionale, la data di deposito alla domanda e la invia all’Ufficio Internazionale di Ginevra (I.B.) ed all’autorità incaricata della ricerca internazionale (I.S.A.). L’I.B. riceve la domanda, notifica a tutti gli Stati membri il fatto di essere stati designati, prepara i pamphlets contenenti tutta la documentazione relativa alla domanda, ne supervisiona il contenuto e notifica all’Ufficio Ricevente (RO) eventuali difetti o imperfezioni procedurali da correggere. L’Autorità di ricerca internazionale (I.S.A.) ha il compito di classificare il contenuto dell’invenzione, di iniziare una ricerca relativa al campo tecnico esposto dalla invenzione, di rilevare i documenti esistenti  e redigere un rapporto di ricerca (International Search Report) che invierà al depositante e contemporaneamente all’I.B. che lo includerà nel pamphlet. L’autorità di ricerca internazionale (I.S.A.) provvederà a stilare anche una prima opinione sulla presenza del requisito di novità. L’Ufficio Internazionale provvederà quindi alla preparazione della pubblicazione internazionale della domanda di brevetto, alla notifica di questa pubblicazione al depositante ed agli uffici designati nonché all’invio dei pamphlets a tutti gli uffici che lo richiedano.


3 - FASE NAZIONALE

La fase nazionale è il passo che ogni depositante deve effettuare, presso gli uffici per la proprietà industriale degli Stati o entità regionali designati e scelti per ottenere l’esame e l’eventuale concessione del brevetto. Tale passo deve essere effettuato entro 30 mesi[1] dalla data di priorità rivendicata nella domanda internazionale. All’atto dell’ingresso nella fase nazionale il depositante deve fornire la traduzione della descrizione, rivendicazioni, riassunto e disegni nella lingua ufficiale dello Stato (o entità regionale) designato, pagare le tasse negli importi e modalità prescritte, fornire eventuali dichiarazioni a supporto del suo diritto a richiedere il brevetto, nominare agenti locali che lo rappresentino nelle procedure di fronte all’ufficio per la proprietà industriale dello Stato designato se la legislazione nazionale di quello Stato prevede questo requisito. Utili informazioni sull’espletamento della fase nazionale si possono reperire nella pubblicazione APPLICANT’S GUIDE-NATIONAL PHASE in linea sul sito http://www.wipo.int/pct/guide/en/index.html


DOVE DEPOSITARE UNA DOMANDA INTERNAZIONALE


Qualsiasi depositante residente in Italia (quindi anche una persona fisica o giuridica di nazionalità straniera ma residente in Italia) deve depositare la domanda Internazionale presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (Ufficio G8 via Molise, 19 - 00187 Roma).



In alternativa alla domanda in formato cartaceo, può essere presentata una domanda di Brevetto Internazionale PCT in formato elettronico, mediante invio telematico, tramite il sito internet http://www.wipo.int/pct-safe/en/ .